La nostra storia

Una sera del 1975 un gruppo di giovani di Castello stava cenando… e, fu così che ridendo, scherzando e parlando nacque la Pro Loco Castello Dogliani.  Ai giovani della nuova associazione le idee per vivacizzare, accomunare e attirare gente in Borgo Castello, di certo non mancavano, ma l'idea più grande di cui tutti vanno fieri è stata realizzare il “ PRESEPE VIVENTE “.


Con tante idee, poche risorse, tanta buona volontà e l'aiuto dei compaesani, quell'anno avviene la 1^ Edizione del Presepe Vivente.
Questo era il programma:
alle 20,30, in chiesa, con una breve recita c'è l'annunciazione a Maria.
Gli spettatori escono, giunge un centurione a cavallo che legge l'editto di Ottaviano e poco dopo giungono Maria e Giuseppe con l'asinello che chiedono ospitalità nelle cinque osterie senza ottenerla. Ci sono circa 250 comparse che, con le attrezzature più impensate, svolgono il loro lavoro nelle cantine, nei garage e nei porticati disseminati in tutte le vie del borgo. Gelindo, pastore langarolo, indica con un lungo dialogo in piemontese a Giuseppe e Maria la capanna per riposarsi.


L'impianto voce trasmette L'Alleluia e sul Torrione appaiono gli Angeli e la cometa che annuncia la nascita di Gesù. Il pubblico sfila silenzioso e devoto davanti alla Sacra Famiglia e i pastori intonano i loro canti.


 


Anno 1975: Primo Direttivo della Pro Loco Castello Dogliani


Bruno F. (Presidente)
Luisella G. (Segretaria)
Walter S. (Tesoriere)
Luigi M. (Consiglieri)
Elio T.
Teresita T.
Luigi B.
Luigi T.
Osvaldo C.
Gianpiero M.
Bartolomeo M.
Marcello D.
Franca P.
Enrico R.
Giovenale C.
Mauro T.
Marino F.


 


Manifesto del 1975


Manifesto ideato e realizzato da Teresita Terreno


 


da: Archivio Storico della Pro Loco Castello, Via Fontana, 13 - Dogliani